Connect with us

Recensioni Attrezzatura da Tennis

Come scegliere il manico di una racchetta da tennis?

Published

on

Le dimensioni dell’impugnatura della racchetta da tennis sono molto importanti sia per chi si avvicina a questo sport sia per i professionisti.  Infatti  la misura del manico della tua racchetta da tennis ti permette di avere stabilità durante l’esecuzione del colpo. 

Le taglie Europee dei manici delle racchette da tennis

Questa circonferenza viene tipicamente misurata dal centro del manico della racchetta e le dimensioni vanno da 4 pollici a 4 3/4 pollici (Misura 0 fino a misura 6).

Taglie USA Taglie europee Dimensioni in millimetri
4 pollici 0 100-103 mm
4-1 / 8 pollici 1 103-106 mm
4-1 / 4 pollici 2 106-110 mm
4-3 / 8 pollici 3 110-113 mm
4-1 / 2 pollici 4 113-118 mm
4-5 / 8 pollici 5 118-120 mm
4-3 / 4 pollici 6 120-123 mm

Suggerimento utile
Le dimensioni del manico generalmente sono indicate sul fondello della racchetta. Nel caso non siano riportate sul tacco dell’attrezzo, le si può trovare direttamente sul telaio insieme a tutte le altre specifiche dell’attrezzo.

Perché le dimensioni dell’impugnatura sono importanti?

Il manico idoneo migliora la manegevolezza dell’attrezzo e di conseguenza le prestazioni tecniche di gioco.

Una presa troppo piccola quando si impatta la pallina può causare una rotazione interna alla mano con conseguenti vesciche dolorose e sforzi inutili sul braccio per cercare di compensare a questo “scivolamento”. L’impugnatura piccola richiede un maggior sforzo per stringere il manico provocando affaticamento al polso, all’avambraccio e all’insorgere dell’epicondilite. Un manico ridotto può anche avere una maggiore tendenza a scivolare dalla mano del giocatore.

D’altra parte, una presa troppo grande può essere difficile da mantenere e, di conseguenza, esercitare uno stress inutile su mano, polso e braccio. Inoltre, una presa grande può essere difficile da gestire quando è necessario cambiare rapidamente impugnatura, limitando anche l’ampiezza di rotazione del polso.

La chiave è trovare una misura dell’impugnatura che sia confortevole, che prevenga uno stress eccessivo sul tuo corpo e consenta una corretta libertà di movimento.

Come misurare in modo corretto l’impugnatura della racchetta?

Esistono 2 metodi comunemente utilizzati per identificare l’impugnatura corretta. In genere consigliamo di utilizzarli entrambi per essere sicuri della scelta che, sembra banale, ma risulta essere molto importante!

Misura della tua mano con un righello

Si tratta di misurare la distanza tra la punta del dito anulare  e il centro del palmo della mano (la seconda linea).  Se avete una misura a metà tra due grip, consigliamo di scegliere la misura inferiore e utilizzare un over grip per ottenere la misura che dia più comfort. (foto tennisexpress)

Suggerimento utile
Questo metodo è ideale se ordini online e non puoi  testare di persona l’impugnatura. Se ordini online e sei indeciso ti consigliamo di scegliere una misura inferiore (potrai sempre aumentarla grazie a un over grip)

Misura con Impugnatura e dito

Impugnando la  la racchetta si verifica che tra il tenar, muscolo della parte superiore del palmo, e il dito medio, ci sia lo spazio di un dito. Difficile spiegarlo a parole meglio mostrarlo. La seguente immagine mostra un esempio di come utilizzare questo metodo (foto tennisexpress). Nella foto una impugnatura corretta

 

Nella successiva foto potrai notare che  c’è spazio per il dito indice. Questa presa non corretta può portare ad affaticamento al polso e con il tempo alla comparsa di infiammazioni al gomito, epicondilite ed epitrocleite.

Impugnatura troppo piccola

Esiste una misura perfetta?

Le seguenti tecniche per ottenere le dimensioni del manico giusto non sono tutto; entrano in gioco le esigenze e le sensazioni di ogni singolo tennista.

Ad esempio Rafa Nadal utilizza un manico L2,  Dominic Thiem utilizza un L 2.5, Grigor Dimitrov usa L4 e così via. Quindi in base alla tua esperienza e modo di giocare potrai optare per un manico più piccolo o più grande per avere migliori sensazioni durante la partita.

La forma

I brand del settore utilizzano manici ottogonali differenti, arrotondati o squadrati con varie dimensioni del fondello. Qui entriamo nel campo delle preferenze personali.

I tennisti che al tatto vogliono sentire maggiormente il manico sul palmo della mano prediligono un manico squadrato e quindi più spigoloso. Altri players optano per un manico arrotondato favorendo il confort. Esistono anche teorie che la forma del manico faciliti le diverse impugnature di gioco, continental, eastern, western e semi western.

In commercio per favorire la presa bimane vengono utilizzati manici con lunghezza maggiorata.

Grip e overgrip

Il manico della racchetta è avvolto da un nastro comunemente chiamato Grip. Formando una superficie morbida di contatto questa ricopertura ci permette di impugnare la racchetta e assorbire le vibrazioni dell’attrezzo all’impatto con la pallina. La maggior parte dei Grip sono in materiale sintetico o in cuoio naturale. Il nastro sintetico risulta più morbido e confortevole. Il cuoio offre maggior sensibilità poichè al tatto permette di sentire gli spigoli delle facce del manico. Altra  caratteristica importante del grip in cuoio, pesa circa 10-15 grammi in più rispetto al sintetico ed é molto utilizzato dai professionisti per arretrare il bilanciamento della racchetta sul manico favorendo così il controllo dell’attrezzo senza eccedere con i pesi. Lo spessore del materiale di cui sono composti varia dall’ultrasottile 1.1mm fino ai 2mm.

Sopra al grip originale della racchetta o al cuoio naturale si applica il diffusissimo Overgrip. Quest’ultimo è un nastro più sottile del grip che ci permette di aumentare ulteriormente le dimensioni dell’impugnatura con uno spessore variabile tra i 0,2 e 0,8mm. Altra funzione dell’overgrip è quella di migliorare la presa in quanto la superficie a contatto con la mano è appicicosa ed assorbe meglio il sudore rispetto al nastro originale.

In commercio possiamo trovare overgrip per varie tipologie ed esigenze di utilizzo quali spessore, assorbimento del sudore, morbidezza ecc…

Una nota interessante è la pigmentazione colorata degli Overgrip, certi colori risultano più prensili di altri, ad esempio le colorazioni più neutre in quanto non hanno gli ossidi deputati per la colorazione. Semplicemente sono più diffusi per estetica e comodità(si sporcano meno).

Advertisement