Connect with us

Tennis Live

Wimbledon, l’AELTC tranquilla: il torneo si concluderà puntualmente

Published

on

wimbledon,-l’aeltc-tranquilla:-il-torneo-si-concludera-puntualmente

Wimbledon – Ombrelli e squadre di copertura sono stati i giocatori più preziosi durante un torneo piovoso.

Le persistenti precipitazioni hanno interrotto il programma di Wimbledon, ma gli ufficiali sono fiduciosi che la pioggia non impedirà il completamento del torneo.

Sally Bolton, CEO dell’All England Lawn Tennis Club, ha dichiarato oggi che, sebbene i ritardi a causa della pioggia abbiano creato delle sfide nel programma, i tetti retrattili dei campi centrali e del campo numero 1, combinati con i piani di emergenza in atto, garantiranno il completamento del torneo.

“La pianificazione con la pioggia è stata particolarmente difficile”, ha detto Bolton a una decina di giornalisti in una sessione di domande e risposte questa mattina. “Il tempo è stato così variabile e così brutto a volte.

“Da una prospettiva più ampia, adesso abbiamo un giorno in più, quindi abbiamo un torneo di 14 giorni. Abbiamo due tetti, quindi siamo fiduciosi di poter completare il torneo. Abbiamo una serie di piani di emergenza. Ovviamente, mettere i tetti su due campi principali ci ha sicuramente aiutato. Avere un giorno in più ci ha dato quella flessibilità in più. Come abbiamo annunciato ieri nel doppio misto, stiamo portando i primi due turni a due set e un tiebreak. Quindi abbiamo varie opzioni per gestire l’intero torneo”.

Potrebbe il torneo su erba giocare alcuni incontri su campi coperti in caso di pioggia continua?

Bolton, che ha preso il posto di Richard Lewis come CEO dopo il torneo del 2020, ha detto che ricorrere a campi coperti al chiuso sarebbe “un’ultima risorsa” utilizzata solo se tutte le altre opzioni fossero esaurite.

“Andare al coperto sarebbe una delle opzioni, ma sarebbe davvero un’ultima risorsa”, ha detto Bolton. “Credo che la vera sfida per tutti sia la variabilità del tempo. Sono molto orgogliosa delle squadre che lavorano nei giardini. Mantenere la gioia ed l’entusiasmo dei tifosi che vengono a Wimbledon quando piove è molto difficile.

“E le squadre nei giardini hanno lavorato così duramente per mantenere in piedi la nostra esperienza ospiti… Penso che il gruppo che merita più credito siano i copritribune, quest’anno si sono davvero guadagnati il loro stipendio. Sono stati assolutamente eccezionali, hanno lavorato molto duramente, quindi voglio cogliere l’occasione per dire grazie. Dobbiamo cercare di offrire a tutti coloro che vengono qui la migliore esperienza possibile”.

Il personale dei giardini ha ricevuto l’aiuto del sette volte campione di Wimbledon, Novak Djokovic, in un momento particolare.

Affrontando la questione di alcuni giocatori che scivolano e cadono sull’erba, Bolton ha detto che “non abbiamo preoccupazioni” sulla giocabilità e la sicurezza del Campo Centrale e del Campo numero 1.

“I due campi principali con i tetti sono molto asciutti, i tetti non sono stati aperti significativamente”, ha detto Bolton. “Non abbiamo preoccupazioni riguardo ai campi. Troviamo sempre che, questa è una caratteristica della superficie in erba, nei primi giorni del torneo, la pianta stessa è più rigogliosa.

“Quindi si può vedere che la foglia è più umida perché è più rigogliosa. Man mano che il campo inizia a consumarsi, ovviamente ciò diminuisce e i campi diventano più asciutti. Questa è la natura stessa dei campi in erba, non dipende da particolari condizioni dovute al maltempo”.

Fonte foto: Getty Images

Advertisement